Crea sito

Biografia

Ricordo, oramai tanto tanto tempo fa, quando presi la decisione di diventare Radioamatore.

 

Ricordo i miei primi approcci con la radio potevo avere circa 12-13 anni, quando con un mio cugino giocavamo con i nostri walkye talkye per il quartiere di monteverde. Ascoltavamo quelli che erano a suo tempo già Radioamatori, ci inventavamo giochi polizieschi… insomma la nostra fantasia galoppava.

Era il gennaio del 12644899_10206106727930873_1877549661263225324_n1976 ero a Caserta a far visita da mio zio e li all’età di 18 anni acquistammo il mio primo baracchino. Tokay PW5024, tutto azzurro, lo collegammo all’antenna della vettura di pattuglia della G. di F. dove mio zio svolgeva servizio. Non sentimmo nulla ovviamente. Il primo approccio non fu dei più soddisfacenti. Ma quando lo portai a Roma e collegato alla famosissima ground plane della Caletti……..si fece giorno.

Finalmente il “mondo” entrò nella casa della mia gioventù. Era un mondo variegato, divertente a tratti esilarante ma soprattutto un mondo “vero”. Ho una moltitudine di ricordi belli, alcuni splendidi, vi trovai un sacco di amici e di amiche, davvero una bellissima esperienza.

ik0ops1Iniziai a fare i miei primi DX con l’allora smisurata potenza del “baracchino” ben 5 watt. Forse fui fortunato ad avvicinarmi alla radio in quel periodo. Grande aiuto dato dalla propagazione, che più tardi imparai, aveva dei cicli di 11 anni. Conobbi tantissime persone. Ci si incontrava nei famosi punti “zero”: ci si scambiavano impressioni, si parlava di radio e di molto altro. Fù divertente. Coinvolsi mia madre, mio padre e due mie zie. Tutti in frequenza!. Il virus della radio aveva contagiato la mia famiglia.

Il tempo passava inesorabile: nel 1978 mi arruolai e partii verso il mio avvenire di Luogotenente della GdF quindi dovetti abbandonare questa mia passione, ma il virus è virus dal quale non si guarisce mai. La voglia di fare radio rimase sopita fino al mio rientro a Roma ove pensai bene di fare il salto di qualità. Studiai elettronica, anche se i miei studi scientifici in parte non erano adatti, e per ciò che riguardava la materia inerente alla fisica fui aiutato.

PRINCIPALENel lontano 1989 mi arrivò finalmente, dopo aver superato gli esami di teoria, il mio primo nominativo, IWØCHS. Ancora non credevo di essere diventato un Radioamatore. Ma non soddisfatto trascorsi un’intera estate insieme al mio amico carissimo IK0ORG Roberto Galletti (SK)  esercitandoci sui 2 metri con la telegrafia. Dovevamo superare l’esame del CW al primo colpo. Cosi fù.

Dal 1990 quindi, il call IKØOPS iniziò ad imperversare in aria. E’ iniziata una esperienza, per chi questo hobby appassiona, davvero eccezionale. Oramai il mio segnale, la mia emissione non ebbe più confini geografici. Ancor oggi a distanza di anni questo hobby mi regala nuove emozioni. Molti potrebbero pensare, con l’avvento di in11692635_942403169139207_6063662730242510990_nternet, comunicazioni satellitari, che questa passione sia diventata anacronistica. Forse per molti versi questa definizione potrebbe anche esserci ma l’emozione di sentire una voce, un segnale, un TITATI proveniente da 16000Km dalla nostra stazione………..beh per me ha ancora il suo fascino. La radio ti da modo di sperimentare, di provare sempre nuove cose. Ogni giorno non è mai uguale al precedente……………….così da 40 anni!

friedrichsafen

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Arrl Lotw